Come fare domanda in Svizzera

Le seguenti informazioni hanno lo scopo di aiutarvi a trovare un lavoro in Svizzera.

Il dossier di candidatura

Il dossier di candidatura contiene

  • Una lettera di presentazione in cui si riassumono le proprie competenze e si indica il motivo per cui ci si candida.
  • un curriculum vitae contenente informazioni personali, formazione, esperienza lavorativa, ecc.
  • Una copia dei vostri certificati e diplomi.
  • Lettere di referenze da parte di precedenti datori di lavoro. (Se non disponete di lettere di referenze, potete richiederle a posteriori).

Se sono richiesti altri documenti, di solito sono indicati nell’annuncio di lavoro. Se non siete sicuri di cosa allegare, potete sempre telefonare e chiedere.

Le lingue

La Svizzera è un Paese quadrilingue, ma non tutti gli svizzeri parlano tutte e quattro le lingue e le competenze linguistiche non sono richieste per tutti i lavori. Le lingue richieste sono generalmente indicate nell’annuncio di lavoro. Le università o le aziende internazionali pubblicano spesso i loro annunci di lavoro in inglese. Le aziende o le istituzioni più orientate a livello nazionale cercano spesso dipendenti che parlino tedesco, francese o italiano e i loro annunci di lavoro sono spesso pubblicati in una di queste lingue. Le possibilità di trovare lavoro in Svizzera possono quindi aumentare se si parla almeno il tedesco, il francese o l’italiano di base. Le competenze linguistiche sono generalmente molto apprezzate in Svizzera. Pertanto, menzionate le vostre conoscenze linguistiche, anche se di base, in una sezione separata del vostro CV.

Tipicamente svizzero?

In Svizzera è usuale ma non obbligatorio

  • di allegare una foto (professionale!) al vostro CV.
  • Indicare il proprio stato di famiglia.
  • Se non siete svizzeri, potete indicare il vostro permesso di soggiorno nel vostro CV.
  • È inoltre comune elencare hobby e interessi personali alla fine del CV.

In Svizzera non è usuale

  • elogiare il datore di lavoro/la società.
  • menzionare la propria patente di guida (a meno che non sia richiesta dal datore di lavoro).
  • usare titoli.

È importante adattarsi!

La lettera di presentazione e il CV devono essere adattati a ogni annuncio di lavoro. In particolare, saranno diversi a seconda che vi stiate candidando per una posizione accademica o per un lavoro nell’industria.

Il colloquio di lavoro

  • Se un datore di lavoro è interessato al vostro profilo, vi inviterà a sostenere un colloquio di lavoro. Può trattarsi di un breve colloquio con una sola persona o di una lunga valutazione di diverse ore con più persone. A volte la decisione viene presa rapidamente dopo un solo colloquio, altre volte i candidati vengono invitati a diverse tornate di colloqui.

  • La cosa più importante: godetevi il colloquio di lavoro. Vi offre l’opportunità di presentare le vostre competenze e di saperne di più sul vostro futuro lavoro. Quindi, non siate nervosi. Anche se non otterrete il lavoro, un colloquio è sempre utile per fare pratica.

  • Informatevi sull’università/azienda e sul tipo di lavoro per cui vi candidate.

  • Come vestirsi? Il codice di abbigliamento dipende dal tipo di lavoro (dottorato, ricercatore junior, manager, ecc.) e dal luogo (università/industria). In caso di dubbio, è meglio vestirsi troppo che poco, quindi: abito (e cravatta), niente scarpe sportive, niente minigonna, niente scollature.

Lo stipendio

  • In Svizzera non è consuetudine indicare il futuro stipendio nell’annuncio di lavoro. La questione viene discussa durante il primo o il secondo colloquio di lavoro. Di solito il datore di lavoro vi chiede quali sono le vostre aspettative salariali. Preparatevi quindi a rispondere a questa domanda e ad avere in mente un range salariale. Per avere un’idea dello stipendio che potete aspettarvi, consultate la nostra sezione stipendi.

  • Gli svizzeri non parlano del loro stipendio e di solito non sanno quanto guadagnano i loro colleghi, i loro vicini o persino amici e parenti. Spesso è difficile ottenere queste informazioni. Non stupitevi se nessuno vuole rispondere alle vostre domande sullo stipendio.

  • Il salario proposto dai datori di lavoro può sempre essere negoziato.

  • Informatevi sul sistema fiscale e sulle prestazioni lavorative aggiuntive che ricevete: Quale percentuale di tasse viene detratta dallo stipendio lordo? Qual è l’importo netto che riceverete ogni mese? Cosa è incluso nello stipendio (ferie, assicurazione sanitaria, bonus, ecc.)? Potete trovare maggiori informazioni al riguardo nella sezione dedicata al lavoro.

  • Informatevi anche sul costo della vita in Svizzera: Lo stipendio potrebbe inizialmente sembrare alto rispetto al reddito a cui siete abituati, ma non se si considera l’elevato costo della vita in Svizzera. Per saperne di più, consultate la sezione sul costo della vita.

Consigli per trovare lavoro

  • Concentrate la vostra ricerca di lavoro: Una delle fasi più importanti di ogni ricerca di lavoro è capire cosa si vuole fare e poi individuare le aziende e i percorsi di carriera che corrispondono ai propri interessi. Una volta individuati alcuni settori o aziende che vi interessano, cercate persone che vi lavorano e parlate con loro di ciò che fanno. Chiedete ad amici, insegnanti e colleghi. È importante anche costruire una rete di contatti.
  • Fate in modo che la vostra candidatura si distingua, ma mantenetela pertinente: La candidatura è spesso la prima impressione che il datore di lavoro ha di voi, quindi assicuratevi che non contenga errori ortografici o grammaticali. Trovate qualcuno che esamini il vostro fascicolo di candidatura per controllare che non ci siano errori e che le informazioni abbiano senso.
  • Non distorcete i fatti: Va bene promuoversi, ma siate onesti. Un’esagerazione eccessiva potrebbe eliminarvi dalla considerazione.
  • Usate la tecnologia nel modo giusto: I siti di social network come Facebook e LinkedIn possono aiutarvi a rimanere in contatto, ma tenete presente che anche se queste reti possono svolgere un ruolo nella ricerca di lavoro, non devono sostituire i metodi tradizionali di ricerca del lavoro. Oggigiorno è relativamente comune avere un sito web personale. Facendo riferimento ad esso nel vostro CV, potete indirizzare i datori di lavoro verso ulteriori informazioni su di voi che potrebbero rafforzare il vostro caso. Possono includere pubblicazioni, riassunti di ricerche e informazioni su altre attività rilevanti che non rientrano nel vostro CV. Nota: tutto ciò che viene pubblicato su Internet è pubblico, quindi fate attenzione a ciò che pubblicate e mantenete un tono professionale.
  • Siate ben preparati: Preparatevi al colloquio esercitandovi a rispondere alle possibili domande. Dovreste anche preparare in anticipo un elenco di domande da porre durante il colloquio. I datori di lavoro si aspettano che i candidati facciano domande.
  • Introverso? Sfruttatelo a vostro vantaggio: Sebbene gli estroversi siano comunicatori naturali, gli introversi hanno un punto di forza di cui forse non si rendono conto. Gli introversi sono eccellenti ascoltatori e possono essere molto percettivi quando si tratta di linguaggio del corpo. Gli introversi hanno un grande vantaggio rispetto agli estroversi, in quanto fanno continuamente un’analisi del pubblico. Imparando a essere più performanti, possono usare questa abilità per conquistare il datore di lavoro durante un colloquio.
  • Inviate un biglietto di ringraziamento: un semplice biglietto di ringraziamento può aumentare le vostre possibilità di essere assunti. Al giorno d’oggi, un’e-mail di ringraziamento può essere altrettanto efficace di un biglietto scritto a mano, ma assicuratevi di avere un oggetto chiaro per evitare che l’e-mail venga ignorata o finisca nella cartella dello spam.
  • Siate pazienti e persistenti: La ricerca di lavoro non è facile e il successo non arriva da un giorno all’altro. Le competenze di cui sopra possono essere applicate più volte nel corso della carriera.

Suggerimenti per la candidatura via e-mail

  • Indicare il lavoro per cui ci si candida nell’oggetto.
  • Aggiungete una lettera di presentazione per spiegare esattamente perché desiderate il lavoro.
  • Utilizzate formati comuni per gli allegati (doc, pdf). Non utilizzare ppt e allegati di grandi dimensioni.
  • Non inviate la vostra candidatura a indirizzi "info@", ma piuttosto a indirizzi e-mail personali. Chiedete a quale persona dovete inviare la vostra candidatura.
  • Non dimenticate di indicare il vostro indirizzo postale e il vostro numero di telefono.