FinTech in Svizzera: di nuovo in crescita

- EN- DE- FR- IT
Dopo un leggero calo nell’anno precedente, il numero di aziende FinTech sv
Dopo un leggero calo nell’anno precedente, il numero di aziende FinTech svizzere è aumentato nuovamente nel 2022. Alla fine del 2022, la Svizzera ospitava 437 società FinTech, con un aumento di 53 aziende. (Figura 1)
Dopo un calo nel 2021, il settore FinTech svizzero torna a crescere nel 2022. I risultati dello studio FinTech di quest’anno, condotto dall’Università di Lucerna, forniscono un quadro del dinamismo del mercato delle tecnologie finanziarie.

Dopo un calo di circa il 5% nel 2021, lo sviluppo del settore FinTech svizzero ha ripreso il suo corso abituale. Alla fine del 2022, il settore comprendeva un totale di 437 aziende, il che corrisponde a un aumento del 14% rispetto all’anno precedente (cfr. Figura 1). La crescita maggiore è stata registrata nelle aree di prodotto della gestione degli investimenti e delle infrastrutture bancarie - non a caso è qui che si trova il maggior numero di aziende FinTech. Anche nel mercato FinTech si registra una tendenza alla sostenibilità: alla fine del 2022, il 7,3% di tutte le FinTech svizzere si concentrava strategicamente su prodotti e servizi sostenibili. Queste aziende si concentrano su soluzioni di supporto ai dati e alle conoscenze analitiche per la valutazione della sostenibilità nel settore finanziario, seguite dalle cosiddette Green FinTech, la maggior parte delle quali è orientata alla lotta contro il cambiamento climatico.

Le migliori condizioni quadro a Singapore, seguite da Zurigo e Ginevra

Dalla prima classifica degli hub FinTech nel 2017, Singapore ha registrato le migliori condizioni per le aziende FinTech (cfr. Figura 2). Questo vantaggio è aumentato ulteriormente nel 2022. Le due città svizzere di Zurigo e Ginevra, insieme a Stoccolma, formano il primo gruppo di inseguitori, ma con un netto distacco dal leader del Sud-Est asiatico. Inoltre, esiste una correlazione diretta tra le condizioni quadro di una località e le dimensioni del suo settore FinTech locale, anche quando si aggiustano gli effetti specifici del Paese. Le attività di venture capital e joint venture sono fortemente correlate alle dimensioni di un settore FinTech, il che indica che l’ambiente di investimento e cooperazione svolge un ruolo importante.

La Svizzera sfugge alla tendenza al ribasso

Mentre le attività di finanziamento nel settore FinTech sono diminuite a livello globale lo scorso anno, con volumi inferiori di venture capital, vendite di token, acquisizioni e IPO, la Svizzera mostra uno sviluppo comparativamente più positivo e stabile. Nel 2022 sono stati contati in totale 84 round di finanziamento di società FinTech svizzere. Ciò corrisponde a un volume totale di 605 milioni di franchi svizzeri (cfr. Figura 3). In un confronto anno su anno, ciò significa che mentre il numero di round di finanziamento è leggermente diminuito nel 2022, gli importi investiti sono aumentati del 36%. Tuttavia, lo studio evidenzia anche le sfide che ci attendono: "Sebbene la Svizzera abbia in gran parte evitato la tendenza al ribasso globale, l’accesso ai finanziamenti è diventato in media più difficile anche per le aziende FinTech del nostro Paese", afferma Thomas Ankenbrand, responsabile dello studio.

Le banche svizzere diventano digitali

Nel 2022, molte banche svizzere hanno anche aumentato le proprie risorse informatiche, come dimostra un’indagine condotta nell’ambito dello studio. Queste risorse sono sempre più investite nella trasformazione dell’attività bancaria, ossia nella digitalizzazione dei processi aziendali, e meno nella semplice manutenzione delle attività quotidiane. Questi sviluppi indicano una crescente innovazione nel settore finanziario svizzero, altrimenti piuttosto tradizionale. Per quanto riguarda la scienza dei dati nelle banche svizzere, sembra che le dimensioni dei team corrispondenti e gli strumenti, i fornitori e i linguaggi di programmazione utilizzati varino. L’applicazione più comune è attualmente il rilevamento delle frodi.

Finanza aperta: un’evoluzione piuttosto che una rivoluzione

Per quanto riguarda l’Open Finance - lo scambio sicuro di dati finanziari tra la banca e fornitori terzi fidati - in Svizzera si sono registrati diversi sviluppi. Si tratta di iniziative di sostegno e di nuove soluzioni di piattaforma. "L’infrastruttura finanziaria svizzera è già molto sviluppata, soprattutto per quanto riguarda il traffico dei pagamenti e il commercio", spiega Ankenbrand. "Per i fornitori di piattaforme di open finance è quindi decisivo sviluppare prodotti che si inseriscano bene nell’infrastruttura esistente".

Che cos’è la FinTech?

FinTech è l’acronimo di tecnologia finanziaria e descrive le soluzioni basate sulla tecnologia per prodotti, servizi e processi digitali innovativi nel settore finanziario. Le soluzioni FinTech migliorano, integrano o sostituiscono i servizi finanziari esistenti. Esempi di soluzioni FinTech sono le applicazioni di pagamento mobile, i robo-advisor o gli scambi di cripto-asset.

Studio IFZ FinTech 2023

L’Università di Lucerna pubblica l’annuale IFZ FinTech Study. Per la settima volta, questo studio offre una panoramica completa del settore FinTech svizzero. È possibile ordinare lo studio via e-mail all’indirizzo ifz@hslu.ch.