Branco del Beverin: l’UFAM autorizza l’abbattimento di due giovani lupi

  -  Français  -  Italiano
L’Ufficio federale dell-ambiente (UFAM) ha autorizzato la domanda di regolazione del branco presente nel Beverin presentata dal Cantone dei Grigioni. Il Cantone ha autorizzato l’abbattimento di due giovani lupi. La quota di abbattimento sarà probabilmente aumentata nel corso dell-estate.

Il 10 e il 14 luglio 2022, alcuni lupi del branco presente nel Beverin hanno predato due vacche nutrici. Considerata l’urgenza dell-intervento, il 14 luglio 2022 l’Ufficio federale dell-ambiente (UFAM) aveva rilasciato al Cantone, oralmente e in via informale, l’autorizzazione per l’abbattimento di due giovani lupi. Il 15 luglio 2022, il Cantone ha emanato una decisione di abbattimento, limitata al più tardi al 31 marzo 2023. Gli abbattimenti devono avvenire nell-area in cui sono presenti le mandrie di animali da reddito, al fine di indurre il branco a cambiare comportamento.

Il 20 luglio 2022, il Cantone dei Grigioni ha presentato all-UFAM la domanda di regolazione, nel frattempo approvata per iscritto dall-UFAM sulla base della legislazione sulla caccia.

La quota di abbattimento definitiva sarà stabilita nel corso dell-estate non appena si conoscerà il numero effettivo di cuccioli nati quest-anno. Se del caso, il Cantone potrà procedere ad abbattimenti supplementari in questo branco. In tal ambito, pué chiedere anche l’autorizzazione di abbattere il lupo maschio.

Il lupo in Svizzera

Le popolazioni di lupi sono in continuo aumento. A fine 2021, in Svizzera vivevano circa 150 lupi e 15 branchi. Secondo stime si contano ora circa 180 lupi e 17 branchi. Con la revisione della legge sulla caccia, il Consiglio federale aveva elaborato un progetto per regolare meglio le popolazioni di lupi in continua crescita e poter quindi tenere conto delle esigenze delle regioni di montagna. A settembre 2020 la revisione della legge sulla caccia è stata tuttavia respinta in votazione popolare. Il Popolo ha pertanto bocciato in particolare anche la regolazione preventiva dei lupi.

Per rimediare al più presto alla difficile situazione venutasi a creare nelle regioni dove la popolazione di lupi è in aumento, il Consiglio federale ha modificato l’ordinanza sulla caccia in vista della stagione di estivazione 2022. I Cantoni possono così intervenire con maggiore rapidità nei branchi e, al contempo, è stata rafforzata la protezione del bestiame. Tenuto conto delle sfide che i branchi costituiscono per l’economia alpestre, il Dipartimento federale dell-ambiente, dei trasporti, dell-energia e delle comunicazioni (DATEC) ha incaricato l’UFAM di elaborare, sulla base di richieste formulate congiuntamente da 14 organizzazioni di protezione e di gestione, un-ulteriore revisione dell-ordinanza in vista della stagione di estivazione 2023.

Il Parlamento sta nel frattempo preparando un progetto di modifica della legge sulla caccia, il quale prevede che in futuro si possa intervenire in modo proattivo nei branchi per regolarne gli effettivi.

Le competenze rimangono invariate. Le decisioni di abbattere singoli esemplari che provocano danni sono di competenza dei Cantoni. Per intervenire in un branco, i Cantoni devono chiedere l’autorizzazione l’UFAM.

Questo sito utilizza cookie e strumenti di analisi per migliorare l'usabilità del sito. Maggiori informazioni. |