Un altro calo del volume di crowdfunding

- EN- DE- FR- IT
Figura 1: Evoluzione del crowdfunding in Svizzera per volume dal 2008 al 2023 Do
Figura 1: Evoluzione del crowdfunding in Svizzera per volume dal 2008 al 2023 Dopo aver raggiunto un massimo storico nel 2021, il volume totale del crowdfunding in Svizzera è diminuito per la seconda volta consecutiva, per un totale di 558,7 milioni di franchi svizzeri nel 2023. Il calo è dovuto in gran parte alla diminuzione del crowdlending (-20%).

Nel 2023 i finanziamenti via Internet hanno registrato un calo del volume per il secondo anno consecutivo. In particolare, sono diminuiti i finanziamenti immobiliari. Questi sono i risultati di uno studio dell’Università di Scienze Applicate e Arti di Lucerna.

Nel 2021, il mercato del crowdfunding ha registrato un volume record di 791,8 milioni di franchi svizzeri. Da allora, però, è diminuito: nel 2023 ha totalizzato 558,7 milioni di franchi svizzeri, con un calo del 15,6% rispetto all’anno precedente. Questi sono i risultati dell’ultimo Crowdfunding Monitor dell’Università di Scienze Applicate e Arti di Lucerna (HSLU).

Forte calo dei finanziamenti immobiliari

I singoli segmenti del crowdfunding (vedi definizione nel riquadro) hanno avuto un andamento diverso. Il crowdinvesting è sceso del 2,9% a 131,5 milioni di franchi svizzeri. Il cambiamento più significativo si è verificato nel crowdlending, dove il volume è sceso del 20% a 398,1 milioni di franchi svizzeri. Secondo gli autori dello studio, le ragioni di questi sviluppi sono complesse. Da un lato, l’aumento dei tassi di interesse può avere un effetto inibitorio sulla domanda di credito. D’altro canto, la crescita di sottosettori come quello dei finanziamenti immobiliari dipende sempre in larga misura dallo sviluppo delle singole piattaforme e dalla situazione concorrenziale.

Molte piattaforme, ma solo alcune sono rilevanti

Alla fine del 2023, in Svizzera esistevano in totale 36 piattaforme di crowdfunding. Tuttavia, solo alcune piattaforme sono rilevanti per i singoli sottosettori del crowdfunding. Nel crowdsupporting/crowddonating, le quattro maggiori piattaforme hanno raggiunto una quota di mercato dell’86%. Nel crowdlending, le cinque maggiori piattaforme hanno raggiunto una quota di mercato dell’80%, mentre nel crowdinvesting solo tre piattaforme sono riuscite a rappresentare l’85% del mercato. In totale, 23 delle 36 piattaforme hanno finanziato progetti di crowdfunding. Più di un terzo di tutte le piattaforme non ha quindi gestito alcun progetto (o in casi eccezionali solo pochissimi).

Alto tasso di successo per il finanziamento di progetti sportivi e culturali

Il sostegno alle folle/donazioni è rimasto stabile rispetto all’anno precedente (-0,4%). Dal 2017, il volume annuale si è stabilizzato tra i 25 e i 30 milioni di franchi. Fanno eccezione gli anni 2020 e 2021, caratterizzati da Covid-19, in cui sono stati finanziati online numerosi progetti di sostegno e i volumi sono aumentati di conseguenza. Il finanziamento tramite piattaforme online è diventato un pilastro promettente per i progetti sportivi e culturali, afferma il coautore dello studio Andreas Dietrich. Il tasso di successo in Svizzera è molto alto anche nel confronto internazionale. L’anno scorso, oltre il 75% dei progetti pubblicizzati è stato effettivamente finanziato. Anche l’importo medio investito per persona in un progetto è elevato, pari a poco meno di 180 franchi svizzeri. "I progetti di finanziamento sulle piattaforme svizzere hanno un grande successo nel confronto internazionale. Ciò è dovuto anche al supporto professionale fornito dalle piattaforme svizzere per il finanziamento dei progetti", afferma l’autore dello studio.

Quattro forme di crowdfunding

  • Crowdsupporting: per lo più progetti creativi e culturali e campagne del settore sportivo. L’investitore riceve un prodotto, un’opera artistica o un servizio in cambio del suo contributo. Chi finanzia un libro, ad esempio, ne riceve una copia gratuita.
  • Crowddonating: principalmente donazioni per progetti sociali, caritatevoli e culturali che non sono legate a nulla in cambio.
  • Crowdinvesting: Investimenti di capitale proprio o di debito in aziende (start-up) o proprietà. In cambio, gli investitori ricevono una quota dei profitti.
  • Crowdlending: concessione di prestiti ad aziende o privati. In cambio, i prestatori ricevono un pagamento di interessi, il cui ammontare dipende dal rischio del mutuatario.

Monitor del crowdfunding 2024

Il "Crowdfunding Monitor Switzerland" è condotto ogni anno dall’Institute of Financial Services Zug IFZ dell’Università di Scienze Applicate e Arti di Lucerna con il supporto delle piattaforme di crowdfunding svizzere. Lo studio di quest’anno comprende anche un’analisi completa degli aspetti legali e fiscali del crowdfunding. Le seguenti piattaforme hanno supportato lo studio con i loro dati: Acredius, Beedoo, Cashare, CG24 Group, Conda.ch, Creditworld, Crowd4Cash, Crowdify, Foxstone, Fundoo, I believe in you, Imvesters, Lend, Lokalhelden, Neocredit, OOMNIUM, Progettiamo, Raizers, SIG Impact, Swisslending, Swisspeers, There for you e Wemakeit.

Lo studio può essere scaricato qui.