Il Consiglio federale adotta il rapporto sulla promozione linguistica precoce in Svizzera

  -  Deutsch  -  Français  -  Italiano
Il 29 giugno 2022 il Consiglio federale ha adottato il rapporto sulla promozione linguistica precoce in Svizzera, che fornisce una panoramica del piano e della prassi nei Cantoni. Allo stesso tempo esamina le basi legali e la ripartizione federalista delle competenze nelle politiche per l’infanzia e la gioventù, compresa la promozione linguistica. Il rapporto mostra che per contribuire all-apprendimento precoce della lingua del luogo bisogna puntare sul sostegno alle strutture ordinarie e alle offerte di formazione precoce.

Il rapporto sulla promozione linguistica precoce in Svizzera, redatto in adempimento della mozione 18.3834 dell’ex consigliere nazionale Christoph Eymann, segue il mandato del Parlamento di esaminare misure e mezzi per migliorare l’integrazione e le opportunità scolastiche dei bambini di lingua straniera. Il rapporto riassume le raccomandazioni di uno studio scientifico condotto dall’Alta scuola pedagogica di San Gallo in collaborazione con l’Università di Ginevra e l’agenzia di ricerca e consulenza INFRAS per conto della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione. Fornisce inoltre una panoramica delle attuali misure della Confederazione riguardanti la promozione linguistica precoce e mostra le possibilità di un loro ulteriore sviluppo. Lo studio raccomanda tra l’altro un approccio universale alle competenze linguistiche e comunicative dei bambini in età prescolare. La promozione linguistica dovrebbe essere integrata nelle attività quotidiane e svolgersi principalmente nelle strutture di accudimento. Lo studio propone quindi anche una formazione (continua) approfondita per il personale, con una maggiore attenzione alla promozione linguistica.

Nel sistema federalistico svizzero la politica per la prima infanzia, rientrando nella politica per l’infanzia e la gioventù, è principalmente di competenza dei Cantoni e dei Comuni. Questo vale anche per la promozione linguistica precoce, soprattutto per i bambini in età prescolare. La Confederazione svolge un ruolo sussidiario in questo settore. L’Ufficio federale delle assicurazioni sociali coordina i compiti a livello federale e assicura lo scambio di informazioni ed esperienze tra i vari servizi federali. Altri uffici federali possono fornire contributi, sulla base di speciali disposizioni di legge, per sostenere i Cantoni e i Comuni o altri partner nella promozione linguistica precoce: la Segreteria di Stato della migrazione nella politica di integrazione, l’Ufficio federale della cultura nella politica linguistica e l’Ufficio federale per le pari opportunità delle persone con disabilità.

Studi scientifici dimostrano che i bambini di lingua straniera possono imparare la lingua locale e integrarsi più rapidamente frequentando strutture extrafamiliari come asili nido e gruppi di gioco. Più in generale, la promozione linguistica precoce fa parte dell’educazione precoce non formale. Contribuisce allo sviluppo dei bambini e alle loro competenze linguistiche e comunicative. Numerosi studi mostrano anche una correlazione tra la frequentazione di strutture di accudimento extrafamiliare e il successo scolastico. Per la promozione linguistica precoce è pertanto opportuno puntare sul sostegno alle strutture ordinarie e alle offerte di formazione precoce.

Questo sito utilizza cookie e strumenti di analisi per migliorare l'usabilità del sito. Maggiori informazioni. |