Synfuels: una soluzione per i veicoli storici?

      -      English  -  Deutsch  -  Français  -  Italiano
Anche le auto più vecchie potrebbero funzionare con un carburante a bassa emissi

Anche le auto più vecchie potrebbero funzionare con un carburante a bassa emissione di CO2 con un carburante sintetico. Una serie di test dell’Empa in collaborazione con AMAG sta studiando la compatibilità della vecchia tecnologia con il nuovo combustibile. Immagine: AMAG

I combustibili sintetici hanno il potenziale per contribuire agli obiettivi climatici. Ma possono essere utilizzati senza problemi nei motori a combustione convenzionali? Uno studio dell’Empa, in collaborazione con AMAG, indaga su questa domanda.

Sebbene sia ormai chiaro che il futuro delle autovetture potrebbe risiedere in gran parte nelle batterie elettriche, ci vorranno molti anni prima che la maggior parte del parco veicoli esistente venga convertito. Inoltre, secondo uno studio della Federazione svizzera dei veicoli storici (SHVF), in Svizzera sono registrati circa 156.000 veicoli vecchi (oltre 30 anni) e molti veicoli d’epoca.

Per questa flotta, i carburanti sintetici (cioè prodotti artificialmente) a base di idrogeno e anidride carbonica rinnovabili sarebbero in teoria la soluzione più ovvia per ridurre le emissioni diCO2. Ma la vecchia tecnologia e i nuovi carburanti sono compatibili? Questa domanda è oggetto di uno studio dell’Empa, il Laboratorio federale svizzero di prova dei materiali e di ricerca del settore ETH, in collaborazione con il gruppo AMAG. La compatibilità dei carburanti sintetici con i materiali e i componenti sintetici dei veicoli più vecchi, il comportamento dei motori di questi veicoli d’epoca nel loro caratteristico uso sporadico - con l’uso di carburanti sintetici - e la compatibilità di questi carburanti con i materiali e i componenti dei veicoli più vecchi sono al centro di questo studio.La compatibilità dei carburanti sintetici con i materiali e i componenti sintetici dei veicoli più vecchi, il comportamento dei motori di questi veicoli d’epoca nel loro tipico uso sporadico - con l’uso di carburanti sintetici - e le emissioni di scarico sono analizzati in diverse serie di test.

La serie di test ha lo scopo di dimostrare se è possibile soddisfare le speranze dei proprietari di oldtimer di guidare la loro oldtimer in futuro senza problemi e con basse emissioni diCO2.

Christian Bach, responsabile dei test dell’Empa, spiega: "In teoria, non c’è nulla che impedisca alle auto più vecchie di funzionare con i nuovi carburanti a lungo termine. Tuttavia, senza ulteriori chiarimenti, il nuovo carburante difficilmente verrà utilizzato nei veicoli, talvolta costosi. Poiché i carburanti sintetici sono attualmente prodotti solo in piccole quantità, la prima sfida è stata quella di trovare un carburante adatto sul mercato.

Dino Graf, che è anche responsabile della collezione di veicoli storici di AMAG, aggiunge: "Il carburante sintetico è la soluzione che consentirà di continuare a guidare il patrimonio culturale delle auto d’epoca anche in futuro, con la stessa neutralità climatica di un’auto elettrica. Questo è uno dei motivi per cui il Gruppo AMAG ha unito le forze con l’azienda svizzera Synhelion, che presto produrrà carburante solare in quantità industriali.


Questo sito utilizza cookie e strumenti di analisi per migliorare l'usabilità del sito. Maggiori informazioni. |