Un barlume di speranza

  -  Deutsch  -  Français  -  Italiano
Lo zigolo muciatto vive in aree agricole estese dove ama appollaiarsi su cespugl

Lo zigolo muciatto vive in aree agricole estese dove ama appollaiarsi su cespugli esposti. A causa dell’agricoltura intensiva, non trova più habitat adatti ed è ora considerato

Nell’ultimo decennio, il passero di mare ha subito un drammatico declino numerico. La causa è l’agricoltura intensiva. Oggi sopravvive in habitat ecologicamente migliorati. Quest’anno è il primo da molti anni con un numero significativo di avvistamenti di passeri viaggiatori.

Sempach. - In passato, lo zigolo muciatto era un uccello nidificante comune nelle aree agricole aperte e negli orti. Da allora, l’intensificazione dell’agricoltura ha portato alla quasi estinzione della specie in Svizzera. Il suo numero è diminuito del 60% nell’ultimo decennio e sono rimaste solo circa 100 coppie riproduttive. L’ultima Lista rossa degli uccelli nidificanti lo classifica come "sull’orlo dell’estinzione".

Per sopravvivere, lo zigolo giallo ha bisogno di aree di biodiversità di alta qualità, in particolare di estesi terreni incolti fioriti o di prati estesi con strutture come siepi o singoli alberi. Le ultime roccaforti del falco pecchiaiolo si trovano in aree in cui beneficia di misure di protezione: tre quarti della popolazione sono ora concentrati in tre grandi aree di terreni agricoli riabilitati. Tre quarti degli esemplari sono ora concentrati in tre grandi aree agricole riabilitate: la regione dello Champagne a Ginevra, la regione di Klettgau a Sciaffusa - dove la Stazione è attiva da più di dieci anni - e la Grande Palude nei cantoni di Berna e Friburgo, dove BirdLife Svizzera sta lavorando per la conservazione della specie.

Quest’anno l’Istituto ornitologico svizzero ha ricevuto più segnalazioni di passeri di Proyer in riproduzione di quante ne abbia ricevute negli ultimi 20 anni. Anche se questo è probabilmente dovuto a un arrivo unico da altre parti d’Europa, è comunque un barlume di speranza.

Ad esempio, nella piana di Wauwil (LU) almeno tre coppie hanno nidificato con successo in aree che l’Istituto ornitologico svizzero sta valorizzando dal punto di vista ecologico in collaborazione con gli agricoltori locali. L’ultima nidificazione riuscita nella regione risale a quasi 10 anni fa. Il fatto che quest’anno questi passeri siano riusciti ad allevare i piccoli è in parte dovuto allo sfalcio tardivo, che ha risparmiato i nidi. Tuttavia, per garantire la sopravvivenza a lungo termine della specie in Svizzera, sono necessarie aree strutturalmente più ricche e indisturbate, come i maggenghi fioriti. In questo modo, la riqualificazione ecologica delle aree agricole sarà un successo - per lo zigolo giallo e per la biodiversità in generale.


Questo sito utilizza cookie e strumenti di analisi per migliorare l'usabilità del sito. Maggiori informazioni. |