Uccelli migratori altamente itineranti

  -  Deutsch  -  Français  -  Italiano
Le cavallette che si riproducono in Europa scelgono rotte migratorie diverse. Gl

Le cavallette che si riproducono in Europa scelgono rotte migratorie diverse. Gli uccelli provenienti dalle Alpi seguono la rotta più diretta attraverso il Mediterraneo, mentre quelli provenienti dalla Germania migrano in Africa attraverso la penisola iberica. Foto Marcel Burkhardt

Se nei prossimi giorni farete una gita in montagna, avrete buone probabilità di vedere un culbianco. Questo uccello canoro si riproduce attualmente nelle zone montane e migrerà nuovamente verso l’Africa verso la fine dell’estate. Sebbene si tratti di un comune uccello nidificante, un team di ricercatori è riuscito solo ora a svelare il mistero di come gli uccelli dell’Europa centrale volino verso sud.

Sempach. - Con le temperature estive, molti di noi sono attratti dalla montagna. Attualmente, le possibilità di incontrare un uccello migratore particolarmente persistente sono buone: il culbianco. Dalla fine di aprile circa, questo uccello canoro dalle dimensioni di un passero può essere trovato su pascoli alpini intervallati da pietre e massi.

Con le sue marcature contrastanti e la maschera facciale scura, è uno spettacolo impressionante. L’aspetto più spettacolare del culbianco, tuttavia, è il suo comportamento migratorio. Sebbene si riproduca in tutto l’emisfero settentrionale, tutte le popolazioni svernano nella regione del Sahel in Africa. I culbianchi dell’Alaska compiono uno dei viaggi migratori più lunghi in assoluto: volano dall’Asia all’Africa, percorrendo ben 15.000 chilometri! Le prestazioni degli uccelli canadesi orientali, tuttavia, non sono meno spettacolari: volano per 3.000 chilometri senza interruzioni attraverso l’Atlantico per raggiungere l’Africa attraverso lo Stretto di Gibilterra.


I culbianchi svizzeri non devono volare così lontano. Ma fino ad oggi non era chiaro quale fosse la direzione scelta dai nostri uccelli per il sud. Gli esperti dell’Istituto ornitologico svizzero e di altri istituti di ricerca sono ora in grado di aggiungere questo pezzo mancante del puzzle all’affascinante comportamento migratorio del culbianco. Per poter studiare le loro rotte migratorie, hanno dotato di geolocalizzatori uccelli provenienti dal Ticino, dagli Alti Tauri e dalla Renania-Palatinato.

Hanno scoperto che i culbianchi che si riproducono nelle Alpi svizzere e austriache scelgono per la loro migrazione la via più diretta attraverso l’Italia e il Mar Mediterraneo. Gli uccelli della Renania-Palatinato, invece, cercano di volare intorno alle Alpi e al mare e migrano verso l’Africa attraverso la penisola iberica e lo stretto di Gibilterra. Tuttavia, i culbianchi non sono ancora partiti, per cui possiamo ammirare questo uccello migratore così ben viaggiato ancora per qualche settimana.


Questo sito utilizza cookie e strumenti di analisi per migliorare l'usabilità del sito. Maggiori informazioni. |