Abeti di Douglas: danni da gelo e nuovi nemici

- EN- DE- FR- IT
Abete di Douglas con gravi sintomi di arrossamento degli aghi (Foto: S. Blaser,
Abete di Douglas con gravi sintomi di arrossamento degli aghi (Foto: S. Blaser, WSL)
Gli abeti di Douglas in Svizzera non hanno avuto una buona annata: a partire da metà aprile 2023, i forestali hanno notato aghi vistosamente colorati di rosso. Le indagini dimostrano che si tratta probabilmente di danni da gelo. Inoltre, con la prima scoperta di cecidonie (moscerini galligeni) invasive provenienti dal Nord America nell’estate del 2022, l’elenco dei parassiti dell’abete di Douglas si è allungato. Ne parla il nuovo numero di Waldschutz Aktuell.

L’abete di Douglas, proveniente dal Nord America, è considerato un’importante specie arborea del futuro per la selvicoltura svizzera, poiché tollera meglio la siccità rispetto alle conifere locali. Tuttavia, è stato dimostrato che è piuttosto sensibile alle gelate primaverili. Questa primavera, Protezione della foresta svizzera ha ricevuto numerose segnalazioni di vistosi arrossamenti degli aghi (Fig. 1) su abeti di Douglas. Questo fenomeno ha interessato il bosco giovane come pure su alberi vecchi in tutto l’Altopiano centrale, spesso in vaste aree.

I ricercatori di Protezione della foresta svizzera hanno esaminato i germogli infestati e sono riusciti a escludere la causa dei funghi patogeni. Anche se quasi la metà degli abeti Douglas esaminati era infestata dal bostrico dell’abete rosso (Ips typographus), questi non è riuscito a riprodursi ulteriormente nel legno di abete Douglas. Ne deducono che sia il gelo nei mesi di febbraio e marzo la causa più probabile dell’arrossamento degli aghi, che si è verificato soprattutto sui germogli più giovani. La seconda metà del febbraio 2023 è stata insolitamente calda. Alla fine del mese, però, si è verificata un’improvvisa ondata di freddo. Questo potrebbe aver causato i cosiddetti danni da gelo alternato. Le precedenti osservazioni di danni da gelo pronunciati alle conifere suggeriscono che gli abeti di Douglas danneggiati si riprenderanno nei prossimi anni.

Nel 2022, Protezione della foresta svizzera ha scoperto per la prima volta nel Cantone di Basilea Campagna i moscerini galligeni dell’abete Douglas del genere Contarinia. I successivi programmi di monitoraggio hanno dimostrato che i cinipidi invasivi provenienti dal Nord America sono già diffusi nella Svizzera settentrionale. La loro presenza in Europa è nota dal 2015 ed è stata scoperta contemporaneamente in Belgio, Francia e Paesi Bassi, poi in Germania l’anno successivo.

I moscerini galligeni adulti dell’abete Douglas si schiudono in tarda primavera, quando l’abete Douglas germoglia. Depongono le uova sugli aghi appena germogliati. Le larve schiuse si nutrono degli aghi, innescando la formazione delle caratteristiche galle, che portano all’ispessimento, alla deformazione e alla vistosa decolorazione degli aghi (Figura 2). Ciò riduce la superficie degli aghi e ne provoca la caduta prematura, che può influire negativamente sulla crescita dell’abete di Douglas. In caso di infestazioni gravi e perenni, possono morire interi germogli.

Nella regione d’origine, il Nord America, i danni causati dai moscerini galligeni sono particolarmente pronunciati quando si presentano insieme ad altri organismi nocivi. La ruggine della douglasia (Nothophaeocryptopus gaeumannii), un fungo, e l’’Ananas gall adelgid (Adelges cooleyi) sono già indigeni in Svizzera e sono stati spesso trovati insieme ai moscerini galligeni durante il programma di monitoraggio dello scorso anno. "Riteniamo che il cinipide dell’abete di Douglas continuerà a diffondersi in Svizzera e probabilmente riuscirà a insediarsi in tutte le aree in cui l’abete di Douglas è coltivato", afferma Simon Blaser di Protezione della foresta svizzera. A ciò si aggiunge il costante aumento dello stress causato dall’aumento delle temperature e dalle più frequenti fasi di siccità. Resta da vedere se l’abete di Douglas supera il test di idoneità come albero del futuro per la Svizzera.

  • Blaser, S., Ruffner, B., Mittelstrass, J., Dubach, V., Queloz, V. (im Druck). First detection of invasive Douglas fir needle midges from the genus Contarinia Rondani (Diptera: Cecidomyiidae) in Switzerland. BioInvasions Records.


  • WSL e SLF mettono a disposizione gratuitamente il materiale foto, video e audio esclusivamente per l’uso in relazione a questo comunicato. È proibito vendere il materiale o appropriarsene per inserirlo in una banca dati foto, video o audio.