Consenso per il progetto «Sviluppo della maturità liceale»

- FR- IT
La maturità liceale verrà aggiornata. La stragrande maggioranza dei 140 pareri pervenuti nell-ambito della consultazione è favorevole al progetto di revisione. La Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE) e il Consiglio federale hanno preso atto dei risultati della consultazione in occasione, rispettivamente, dell-Assemblea plenaria del 23 marzo 2023 e della seduta del 29 marzo 2023. L’Esecutivo ha incaricato il Dipartimento federale dell-economia, della formazione e della ricerca (DEFR) di finalizzare le basi legali insieme alla CDPE entro metà anno.

La revisione prevede l’aggiornamento dell’ordinanza del Consiglio federale concernente il riconoscimento degli attestati liceali di maturità e del regolamento della CDPE di uguale tenore, nonché del pertinente accordo amministrativo del 1995. L’obiettivo della riforma è garantire la qualità della formazione liceale a livello nazionale e continuare ad assicurare un accesso senza esame d’ammissione alle università, ai politecnici e alle alte scuole pedagogiche.

Nel corso della procedura di consultazione, condotta dalla Confederazione in stretta collaborazione con la CDPE dal 18 maggio 2022 al 30 settembre dello stesso anno, sono prevenuti complessivamente 140 pareri. Questi ultimi confermano l’esigenza pressoché indiscussa di aggiornare la maturità liceale, ma suggeriscono di riesaminare alcune proposte di revisione. Si tratta soprattutto dell’elenco delle discipline fondamentali e delle opzioni specifiche, della struttura e della ponderazione dell’esame di maturità, nonché dei termini transitori.

La Confederazione e la CDPE valuteranno il margine di manovra nei suddetti ambiti e finalizzeranno congiuntamente i testi legislativi. Secondo la tabella di marcia, l’adozione delle basi legali riviste è prevista per giugno 2023.

Inizio pagina

Carrello della spesa