La Segretaria di Stato Martina Hirayama riceve una delegazione dalla Groenlandia

Il 3 aprile 2023 Martina Hirayama, Segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione, ha ricevuto Aqqaluaq B. Egede, ministro groenlandese delle risorse minerarie e della giustizia. La Svizzera e la Groenlandia collaborano ormai da molti anni nel campo della ricerca, in particolare nel settore polare.

I colloqui tra la Segretaria di Stato Martina Hirayama e il ministro Aqqaluaq B. Egede si sono concentrati sul rafforzamento della collaborazione tra i due Paesi nell’ambito della ricerca. L’incontro si è svolto a margine di un viaggio in Svizzera intrapreso dalla delegazione groenlandese per approfondire le modalità di gestione del rischio nella regione delle Alpi svizzere. La delegazione ha poi potuto discutere con alcuni rappresentanti del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e dell’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM).

Da anni la Svizzera e la Groenlandia mantengono un’importante e stretta collaborazione nella ricerca, ad esempio in ambito polare. A questo proposito, è bene ricordare l’impegno di Konrad Steffen, docente di politecnico federale e pioniere della collaborazione odierna; è a lui infatti che si deve la stazione di ricerca polare permanente (Swiss Camp) in Groenlandia. Nel 2020 Steffen è venuto a mancare durante una spedizione proprio in Groenlandia, a seguito di una caduta in un crepaccio nei pressi dello Swiss Camp.

Lo Swiss Polar Institute e il Consiglio di ricerca della Groenlandia daranno seguito alla visita della delegazione groenlandese in Svizzera organizzando un incontro scientifico in Groenlandia a metà aprile. È previsto che le due istituzioni firmino una dichiarazione d’intenti con l’obiettivo di rafforzare ulteriormente la collaborazione nel campo della ricerca polare. Nello stesso contesto verrà organizzato anche un evento Swissnex a Nuuk.

La collaborazione tra i ricercatori della Svizzera e della Groenlandia è promossa in particolare tramite i diversi strumenti dello Swiss Polar Institute, che tra il 2021 e il 2024 potrà beneficiare di un finanziamento federale in quanto struttura di ricerca di importanza nazionale. Dal 2018 il Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica ha inoltre già finanziato circa 20 progetti che vedono la collaborazione di ricercatori svizzeri e groenlandesi.