La segretaria di Stato Hirayama all’incontro informale dei ministri UE sulla concorrenza nel settore della ricerca e dell’innovazione

      -      English  -  Deutsch  -  Français  -  Italiano

Il 21 e 22 luglio 2022 la segretaria di Stato Martina Hirayama ha partecipato all-incontro informale dei ministri UE della ricerca e dell-innovazione tenutosi a Praga (Repubblica Ceca). L’evento, che si svolge due volte all-anno, è stato incentrato su due questioni politiche: le sinergie nel finanziamento della ricerca e dell-innovazione in Europa e le possibili misure, sempre in ambito di ricerca e innovazione, in risposta all-aggressione militare della Russia in Ucraina. Inoltre, la segretaria di Stato ha avuto colloqui bilaterali con le rappresentanze di Romania, Finlandia, Norvegia e Lituania.

La discussione sulle sinergie nel finanziamento della ricerca e dell-innovazione in Europa aveva come obiettivo quello di abbattere le barriere nella partecipazione ad alcuni programmi UE diversi e complementari. Grazie alle sinergie ottenute, la ricerca e l’innovazione saranno ancora più utili per affrontare le principali sfide sociali, ambientali ed economiche.

Martina Hirayama, segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione, ha illustrato i pilastri del sistema svizzero. Nel farlo, ha sottolineato l’importanza dell-approccio bottom-up nel finanziamento pubblico della ricerca e dell-innovazione, nonché l’importanza della ricerca di base per la Svizzera. Nel contesto europeo, Hirayama ha affermato che i fondi destinati al Programma quadro dell-UE per la ricerca e l’innovazione dovrebbero continuare anche in futuro a essere utilizzati in via prioritaria, nonostante le sinergie con altri programmi. La segretaria di Stato ha inoltre sottolineato che la Svizzera è pronta ad avviare i negoziati per l’adesione al Pacchetto Orizzonte 2021-2027 e ha ricordato che alla fine del 2021 il Parlamento ha sbloccato il secondo contributo svizzero ad alcuni Stati membri dell-UE. Inoltre, ha illustrato il nuovo approccio del Consiglio federale, che prevede un-intensificazione dei colloqui esplorativi con l’UE sulle questioni istituzionali.

Oltre a questo dibattito, i ministri hanno rivolto la loro attenzione agli eventi in corso in Ucraina, in particolare discutendo di come mobilitare i fondi per la ricostruzione del sistema della ricerca e dell-innovazione nel Paese. In questo contesto, sono stati condivisi anche alcuni esempi di buone pratiche a livello nazionale per sostenere i ricercatori in Ucraina.

Infine, la segretaria di Stato Martina Hirayama ha menzionato la recente «Dichiarazione di Lugano», che intende fornire una base per il processo politico di ricostruzione dell-Ucraina che è stata approvata da Svizzera e Ucraina con il sostegno dei partner internazionali al termine della Conferenza tenutasi i primi di luglio 2022.

A margine dell-incontro Hirayama ha avuto dei colloqui bilaterali con Sebastian Burduja, ministro rumeno per la ricerca, l’innovazione e la digitalizzazione, Gintautas Jak¨tas, vice ministro lituano per la formazione e la scienza, Oddmund Lökensgard Hoel, segretario di Stato norvegese per la formazione e la ricerca, e Ann-Mari Kemell, segretaria di Stato finlandese per l’economia. In questi colloqui si è discusso della cooperazione bilaterale in materia di ricerca e innovazione con i suddetti Paesi e dell-adesione della Svizzera a Orizzonte Europa.

Status della Svizzera all-interno di «Orizzonte Europa»
Attualmente e fino a nuovo ordine la Svizzera è considerata Paese terzo non associato al programma quadro di ricerca e innovazione dell-UE «Orizzonte Europa» e ai relativi programmi e iniziative. Cié significa che i ricercatori operanti in Svizzera possono partecipare ai bandi di concorso in misura limitata e che ricevono finanziamenti direttamente dalla Confederazione anziché dalla Commissione europea. La rapida adesione della Svizzera a Orizzonte Europa resta l’obiettivo dichiarato del Consiglio federale.


This site uses cookies and analysis tools to improve the usability of the site. More information. |