La segretaria di Stato Hirayama in Giappone per una visita di lavoro e l’inaugurazione di una nuova sede Swissnex

La segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione Martina Hirayama visiterà il Giappone dal 30 settembre al 3 ottobre 2023, accompagnata da una delegazione scientifica di alto livello. Tra i momenti di spicco l’inaugurazione del nuovo Consolato e sede Swissnex a Osaka, il 30 settembre. In agenda ci sono anche diversi incontri a livello ministeriale e la partecipazione al Science and Technology for Society Forum di Kyoto. Il viaggio terminerà il 1° ottobre con la firma di un memorandum di cooperazione volto a rafforzare i legami esistenti tra Svizzera e Giappone in tutti i settori di ricerca.

L’apertura di una nuova sede di Swissnex nella dinamica regione del Kansai rappresenta un passo importante nel consolidamento delle relazioni scientifiche tra la Svizzera e il Giappone, anche in vista della prossima EXPO, che si terrà a Osaka nel 2025. Swissnex è la rete globale svizzera che connette in materia di formazione, ricerca e innovazione. Uno degli obiettivi del nuovo Consolato sarà quello di promuovere e sostenere un maggior numero di progetti tra università, istituti di ricerca e start-up dei due Paesi per affrontare le sfide del domani. La cerimonia di inaugurazione si terrà sabato 30 settembre alla presenza di numerosi rappresentanti giapponesi e della Segretaria di Stato, la quale sottolineerà le innovazioni e le tendenze della sostenibilità e presenterà nove start-up svizzere.

Science and Technology Forum e firma di un memorandum di cooperazione

Il 1° ottobre, la delegazione sarà a Kyoto per il 20°Science and Technology Forum for Society (STS forum). Istituito nel 2004 dal governo giapponese, l’evento riunisce ogni anno numerosi ministri e rappresentanti del mondo scientifico per discussioni di alto livello su scienza, tecnologia e innovazione. In questa occasione, Martina Hirayama parteciperà a una tavola rotonda ministeriale per discutere soprattutto di brain circulation . Sono previsti anche diversi incontri a livello ministeriale e con le due principali agenzie bilaterali di finanziamento della ricerca.

A margine del STS forum, la Segretaria di Stato svizzera firmerà con Masahito Moriyama, ministro giapponese della formazione, della cultura, dello sport, della scienza e della tecnologia, un memorandum di cooperazione volto a rafforzare i legami esistenti tra i due Stati in tutti i settori della ricerca, in particolare la scienza e la tecnologia quantistica, l’intelligenza artificiale, la robotica, la scienza dei materiali e la ricerca spaziale. I due Paesi ribadiranno quindi la volontà di continuare a promuovere lo sviluppo delle loro relazioni in materia di ricerca e innovazione.

A Tokyo, la Segretaria di Stato dovrebbe partecipare allo Switzerland-Japan Economic Forum. L’edizione di quest’anno si concentrerà sulla cooperazione tra università e settore privato in quanto catalizzatore dell’innovazione in Giappone e in Svizzera. Nella capitale giapponese si svolgeranno anche altri incontri ministeriali.

Un partner chiave nel campo della formazione, della ricerca e dell’innovazione

Le relazioni tra Svizzera e Giappone nel campo della ricerca e dell’innovazione sono eccellenti. Dalla firma dell’accordo di cooperazione scientifica e tecnologica nel 2007, i due Paesi hanno continuato a intensificare la loro collaborazione attraverso iniziative governative e attraverso la cooperazione diretta tra gli attori della ricerca e dell’innovazione e il settore privato. Esistono molte aree di interesse comune tra i due Paesi, come l’invecchiamento della società, la transizione energetica e la digitalizzazione. In Asia, il Giappone è il più importante partner di ricerca della Svizzera nell’ambito degli strumenti di finanziamento del Fondo Nazionale Svizzero, infatti, dal 2016 quasi 450 progetti hanno previsto la collaborazione con ricercatori giapponesi.



Advert