Modifica della legge federale sulla promozione della ricerca e dell’innovazione: il Consiglio federale sottopone il messaggio al Parlamento

- EN- DE- FR- IT
Il CERN, con sede a Ginevra, è il più grande centro al mondo per la ricerca fondamentale nel settore della fisica. La Svizzera è uno dei suoi Stati fondatori. Il Consiglio federale intende elaborare un piano settoriale federale incentrato sui progetti del CERN per poter fornire un miglior sostegno a questi progetti. La modifica della LPRI approvata dal Consiglio federale il 14 febbraio 2024 permette di creare la base legale necessaria.

La presenza del CERN a cavallo della frontiera franco-elvetica, oltre a contribuire alla rinomanza della Svizzera a livello internazionale, giova al nostro Paese anche sul piano scientifico, industriale ed economico. Il CERN è in continua evoluzione e ha sempre nuove esigenze in termini di infrastruttura. Per garantire che i suoi progetti rimangano compatibili con gli obiettivi delle politiche della Svizzera in materia di ricerca, ambiente, pianificazione del territorio e in quanto Stato ospitante, e affinché questi progetti siano attuati nel modo migliore dal punto di vista amministrativo, è prevista l’elaborazione di un piano settoriale. Questa procedura, applicata in via eccezionale per il caso specifico del CERN, è stabilita in accordo con il Cantone di Ginevra e costituirà la base a cui fare riferimento nella valutazione dei diversi interessi in gioco.

La modifica della LPRI sottoposta al Parlamento permette di creare la base legale per il futuro piano settoriale e prevede anche una ripartizione delle competenze tra il Cantone di Ginevra e la Confederazione. A quest’ultima spetterebbe l’approvazione dei piani per le costruzioni e gli impianti del CERN che rivestono un’importanza strategica o implicano uno sviluppo territoriale. Il Consiglio federale propone al Parlamento di introdurre nella legge una nuova sezione che specifichi la procedura di approvazione dei piani a livello federale.

La modifica della LPRI è stata posta in consultazione da metà marzo a metà giugno 2023 ed è stata accolta favorevolmente dalla grande maggioranza delle cerchie interessate. Sono state infatti riconosciute l’importanza del CERN per il nostro Paese e la necessità di dotarsi degli strumenti legali e di pianificazione territoriale che permettono lo sviluppo a lungo termine dell’istituto. Il progetto di legge è stato in seguito adattato tenendo conto della cinquantina di pareri emersi durante la consultazione e viene ora trasmesso al Parlamento. Se il Parlamento lo approverà, nel corso del 2025 il Consiglio federale fisserà la data di entrata in vigore e deciderà in merito all’adozione del piano settoriale.

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/­pagina-ini­ziale.html

Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca
http://www.wbf.admin.ch