Movetia dovrÓ diventare un istituto di diritto pubblico

L’agenzia nazionale Movetia attua le misure di promozione nazionali e internazionali della Confederazione e dei Cantoni per gli scambi e la mobilitÓ nella formazione. Per rispondere meglio ai requisiti del governo d’impresa, dev-essere trasformata in un istituto indipendente di diritto pubblico. Il 16 dicembre 2022 il Consiglio federale ha avviato la procedura di consultazione sulla nuova legge Movetia.

La promozione degli scambi e della mobilitÓ nella formazione Ŕ un importante compito congiunto della Confederazione e dei Cantoni. Nel 2017, per adempiere i relativi compiti di attuazione e coordinamento, essi hanno istituito l’agenzia nazionale Movetia. Quest’ultima promuove gli scambi e la mobilitÓ in tutti i settori e a tutti i livelli di formazione: in ambito scolastico ed extrascolastico, dalla scuola dell’obbligo alla formazione professionale o ai licei, fino alle universitÓ, comprendendo anche la formazione degli adulti e gli scambi di insegnanti a livello nazionale, tra le regioni linguistiche, e a livello internazionale, all’interno e al di fuori dell’Europa. La Confederazione stanzia la maggior parte delle risorse necessarie nell’ambito dei messaggi quadriennali sulla promozione della cultura e sulla promozione dell’educazione, della ricerca e dell’innovazione (ERI).

L’istituto, finora organizzato secondo il diritto privato, si Ŕ dimostrato sostanzialmente efficace. La sua forma giuridica e la sua struttura di gestione devono perÚ essere adeguate per tenere maggiormente conto dei principi di governo d’impresa della Confederazione. Allo stesso tempo, deve proseguire la stretta collaborazione tra la Confederazione e i Cantoni nella gestione strategica dell’agenzia nazionale.

Il Consiglio federale intende pertanto trasformare l’agenzia nazionale in un istituto federale di diritto pubblico. In quanto unitÓ amministrativa decentralizzata della Confederazione, Movetia in futuro sarÓ soggetta alla vigilanza diretta del Consiglio federale e all’alta vigilanza del Parlamento. I Cantoni continueranno a partecipare alla gestione strategica attraverso la Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione (CDPE).

La trasformazione in un istituto di diritto pubblico richiede l’emanazione di un’apposita legge federale. La Confederazione ha preparato l’avamprogetto insieme alla CDPE. Il 16 dicembre 2022 il Consiglio federale ha avviato la consultazione, che terminerÓ il 16 aprile 2023.