Nuovo direttore del Servizio Sismico Svizzero

Nuovo direttore del Servizio Sismico Svizzero

Il professore Stefan Wiemer è il nuovo direttore del Servizio Sismico Svizzero (SED). La direzione del Politecnico di Zurigo ha nominato il 46enne che da gennaio 2012 era già a capo del SED ad interim succedendo al professor Domenico Giardini.

Stefan Wiemer continuerà a svolgere le varie attività e i vari mandati del SED, l’istituto della Confederazione competente per i terremoti. Le sue mansioni principali sono il monitoraggio e lo studio del rischio sismico in Svizzera. In particolare, Stefan Wiemer rappresenterà all’esterno le informazioni e i dati relativi ai processi sismologici come ad esempio la comunicazione ponderata ed esauriente di informazioni alle autorità, ai media e alla popolazione o la formazione di studenti. Stefan Wiemer si riserverà inoltre del tempo per dedicarsi all’approfondimento di nuovi progetti. «L’impiego sempre maggiore di energie geotermiche rappresenta una sfida anche per il SED. Sono molto contento di poterla affrontare in prima persona», afferma Stefan Wiemer.

Stefan Wiemer si è laureato in geofisica alla Ruhr Universität Bochum (DE) nel 1992. Dopo una promozione all’University of Alaska Fairbanks (US) e un post-dottorato a Tsukuba (JP), nel 1999 è stato assunto presso il SED come collaboratore scientifico con il compito di dirigere due gruppi di lavoro creati da lui stesso. Dal gennaio 2012 ha rivestito il ruolo di direttore generale ad interim del SED. «Siamo veramente fieri di avere Stefan Wiemer come direttore: conosce perfettamente il SED e ha una vasta esperienza alle spalle. In questo modo possiamo garantire la continuità del nostro servizio che riveste un ruolo molto importante per tutta la Svizzera», spiega il presidente del Politecnico di Zurigo Ralph Eichler. Recentemente il consiglio dei Politecnici federali ha nominato Stefan Wiemer professore ordinario di sismologia.

Una specializzazione in rischio sismico


Stefan Wiemer studia gli effetti dei terremoti e analizza i processi della crosta terrestre che danno origine ai terremoti. Si occupa inoltre del rischio sismico in relazione al tempo, valutando la possibilità di stabilire delle previsioni precise sulla base di dati microsismici. Insieme al suo team, negli scorsi dieci anni ha concepito nuovi metodi e soluzioni di software per analizzare la qualità dei cataloghi di dati in cui vi è riportato l’elenco di tutti i terremoti registrati in un determinato paese. Da quando nel 2006 il progetto geotermico di Basilea ha causato terremoti sensibilmente percepibili, Stefan Wiemer si occupa anche dello studio di scosse causate dall’uomo.

Stefan Wiemer risiede in numerose commissioni in veste di esperto riconosciuto in tutto il mondo e rilascia certificati anche per gli studi PEGASOS, dei progetti volti all’analisi del rischio sismico di centrali nucleari svizzere. Stefan Wiemer è stato inoltre responsabile per il calcolo della mappa dei rischi sismici in Svizzera nel 2004. Al Politecnico di Zurigo segue numerosi lavori di master e di dottorato e tiene delle conferenze in sismologia e in scienze della terra.

Il Servizio Sismico Svizzero


Il Servizio Sismico Svizzero (SED) del Politecnico federale di Zurigo è l’istituto della Confederazione competente per i terremoti. Le sue mansioni principali sono il monitoraggio delle magnitudo e della frequenza dei terremoti in Svizzera nonché lo studio del rischio sismico. Il SED gestisce una rete di misurazione estremamente sensibile per monitorare l’attività sismica della Svizzera e delle aree limitrofe costituita da sismografi a banda larga e da altri strumenti per la misurazione di terremoti di forte magnitudo. Il SED conta circa 60 collaboratori ed è incaricato di seguire presso il Politecnico federale di Zurigo numerosi progetti di ricerca con attualmente 15 dottorandi. In quanto istituto della Confederazione competente per i terremoti, si considera il SED il partner di consulenza competente di industrie e autorità nel campo della sorveglianza sismica. Ciò include progetti di geotermia e di monitoraggio sismico, finalizzati alla valutazione dei siti per centrali nucleari e per possibili siti geologici profondi. Il SED si occupa inoltre di rilasciare informazioni alla popolazione. In caso di terremoti in e all’infuori della Svizzera, i collaboratori del SED mettono a disposizione dei media e della popolazione la loro esperienza. Maggiori informazioni sul SED sono disponibili al sito: www.seismo.ethz.ch/index_IT