Situazione sempre più complicata per la Pernice bianca

- DE- FR- IT
© Ralph Martin
© Ralph Martin
La Pernice bianca è particolarmente vulnerabile ai cambiamenti climatici. Il suo numero sta diminuendo a causa della riduzione del suo habitat e le nuove pressioni del turismo stanno peggiorando ulteriormente la situazione.

Arno Schneider Stazione ornitologica svizzera 6204 Sempach 91 840 12 91 arno.schneider@vogelwarte.ch

Scarica comunicato stampa Scarica immagini in qualità di stampa

Sempach. - Questo inverno particolarmente mite ha dato adito a discussioni che potrebbero danneggiare ulteriormente la Pernice bianca: si parla oramai di abbandonare le infrastrutture turistiche invernali in media montagna e di svilupparne in alta montagna, a scapito della conservazione della natura. Per conservare la Pernice bianca in Svizzera, è necessario conservare i variegati habitat rimasti, e preservare dalle infrastrutture sciistiche regioni prioritarie e futuri habitat. Altrimenti, c’è il rischio che scompaia dalle Alpi.

Nel suo territorio, la Pernice bianca necessita di una vegetazione bassa e rada e di una moltitudine di pietre e formazioni rocciose. Habitat nei pressi delle piste da sci, di alberi, di una densa vegetazione o addirittura del bosco non vengono praticamente colonizzati.

Con il limite della foresta che si alza assieme alle temperature, l’habitat adatto disponibile si riduce. Utilizzare questi scarsi spazi per lo sviluppo degli sport sulla neve a quote più elevate sarebbe drammatico, per non parlare del disturbo causato dalla presenza umana in estate e in inverno.

Nel suo territorio, la Pernice bianca necessita di una vegetazione bassa e rada e di una moltitudine di pietre e formazioni rocciose. Habitat nei pressi delle piste da sci, di alberi, di una densa vegetazione o addirittura del bosco non vengono praticamente colonizzati.

Con il limite della foresta che si alza assieme alle temperature, l’habitat adatto disponibile si riduce. Utilizzare questi scarsi spazi per lo sviluppo degli sport sulla neve a quote più elevate sarebbe drammatico, per non parlare del disturbo causato dalla presenza umana in estate e in invern

La Pernice bianca si è adattata in modo eccezionale al freddo gelido e alle dure condizioni di vita dell’alta montagna. Se la temperatura supera i 15 gradi, l’uccello comincia ad avere troppo caldo e si ritira in luoghi ombreggiati. Prima dell’inverno cambia abito e indossa un piumaggio candido e...

Più informazioni