Svizzera e Regno Unito siglano un accordo sul riconoscimento delle qualifiche professionali

- EN- IT
Il 14 giugno 2023 il consigliere federale Guy Parmelin e la ministra britannica dell-Economia e del Commercio Kemi Badenoch hanno firmato a Londra un Accordo sul riconoscimento delle qualifiche professionali. Per la Svizzera si tratta del secondo accordo di questo tipo con un Paese o territorio al di fuori dell-UE, dopo quello con il Québec del 2022.

Per quanto riguarda il riconoscimento delle qualifiche professionali, la Svizzera e il Regno Unito intrattengono rapporti contrattuali da oltre 20 anni. Prima in virtù dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone (ALCP) con l’UE e poi dell’Accordo sui diritti acquisiti dei cittadini (Citizens’ Rights Agreement; CRA), che prevede un regime transitorio fino alla fine del 2024. Per disciplinare le loro future relazioni nell’ambito del riconoscimento delle qualifiche professionali, i due Paesi hanno ora siglato un nuovo Accordo che instaura un regime permanente per il riconoscimento reciproco delle qualifiche professionali a partire dal 2025. Il testo sarà presto sottoposto a consultazione e dovrà essere ratificato dall’Assemblea federale nel 2024.

L’Accordo consente l’accesso alle professioni regolamentate in entrambi i Paesi e comporta vantaggi tanto per i professionisti quanto per le aziende svizzere. Queste ultime potranno infatti continuare a offrire i loro servizi nel Regno Unito. Per alcune professioni l’Accordo prevede inoltre norme più favorevoli, ad esempio il riconoscimento automatico attraverso accordi sul riconoscimento reciproco (ARR) separati o allegati aggiuntivi all’Accordo in questione. Questi due strumenti permetteranno di migliorare il sistema con il passare del tempo. Del resto, il presente Accordo prevede già un allegato speciale per la professione di avvocato.

Promuovere il riconoscimento internazionale delle qualifiche professionali svizzere rientra negli obiettivi della strategia internazionale del Consiglio federale nel campo della formazione, della ricerca e dell’innovazione. Per realizzarlo ci vogliono soprattutto ulteriori accordi sul riconoscimento reciproco dei diplomi con Paesi che vantano un sistema formativo paragonabile a quello svizzero. Il Regno Unito è quindi un partner ideale perché dotato di un sistema formativo di prim’ordine.

Nella riunione del 9 giugno 2023, il Consiglio federale ha autorizzato il Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) a firmare l’Accordo con il Regno Unito. Nel contempo ha deciso di sottoporlo a una procedura di consultazione, comprese le relative modifiche di legge. La consultazione si concluderà il 6 ottobre 2023.

Inizio pagina

Carrello della spesa