Terza riunione della Commissione scientifica mista italo-svizzera

Il 28.06.21 si è riunita virtualmente la terza edizione della Commissione scientifica mista italo-svizzera. Questa riunione ha incluso una discussione bilaterale tra Martina Hirayama, Segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione, e Maria Cristina Messa, Ministro italiano dell'Università e della Ricerca, e uno scambio approfondito tra delegazioni di alto livello di entrambi i paesi sulla cooperazione scientifica esistente e futura.

Il colloquio bilaterale tra la Segretaria di Stato Hirayama e il Ministro Messa si è concentrato sulla cooperazione tra i due paesi nel contesto delle infrastrutture di ricerca internazionali, dei programmi quadro di ricerca dell’UE e nel campo dello spazio. Tra l’altro, la Segretaria di Stato Hirayama ha sottolineato l’importanza dell’associazione della Svizzera al programma quadro di ricerca dell’UE «Horizon Europe».
 
Nella successiva sessione plenaria, i due capidelegazione hanno presentato le rispettive politiche ERI e hanno sottolineato l’intensità e l’ottima qualità dei rapporti bilaterali nell’ambito scientifico. Numerosi progetti in tutte le discipline accademiche permettono già ai ricercatori italiani e svizzeri di lavorare insieme.  Le delegazioni, composte da leader accademici e scientifici, hanno scambiato opinioni sulla cooperazione esistente nei settori dell’istruzione superiore, della ricerca e dell’innovazione e hanno discusso proposte su come promuovere ulteriormente la diffusione della conoscenza e intensificare gli scambi identificando campi di ricerca e settori di interesse comune.

L’Italia è un importante partner della Svizzera nel settore ERI. La cooperazione è varia e particolarmente intensa nei settori delle ICT, delle scienze della salute e dell’energia. Gli eccellenti contatti e le cooperazioni tra i ricercatori e le istituzioni dei due Paesi sono spesso resi possibili dai programmi quadro di ricerca europei. Nell’ambito dell’ottavo programma quadro di ricerca europeo «Horizon 2020», l’Italia è il quarto paese partner della Svizzera, con 1266 collaborazioni a progetti. Dal 2011, il Fondo nazionale svizzero ha sostenuto oltre 1527 progetti a cui l’Italia ha preso parte. Inoltre, con circa 6260 studenti (2020/21; solo gli studenti che hanno completato il loro percorso scolastico in Italia), gli studenti italiani sono il terzo gruppo di studenti stranieri in Svizzera. All’inverso circa 950 studenti svizzeri hanno studiato in Italia nell’anno academico 2019/20.

Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione
Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione SEFRI
medien@sbfi.admin.ch
T +41 58 462 96 90

Pubblicato da

Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l'innovazione
http://www.sbfi.admin.ch