Visita di lavoro del ministro giordano della formazione, dell’istruzione superiore e della ricerca scientifica

- EN- IT
Il 14 febbraio 2023 si Ŕ svolto a Berna un incontro tra il ministro giordano della formazione, dell-istruzione superiore e della ricerca scientifica Azmi Mahafzah e la segretaria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione Martina Hirayama. Al centro dei colloqui il sistema svizzero della formazione professionale.

Durante l’incontro di lavoro entrambe le parti si sono dichiarate soddisfatte delle buone relazioni scientifiche e hanno parlato approfonditamente del sistema formativo svizzero. Il colloquio si Ŕ concentrato sulla divisione dei compiti tra il settore pubblico e privato, sulle modalitÓ per garantire l’attrattiva della formazione professionale per i giovani nel lungo periodo, sulla permeabilitÓ del sistema, sul riconoscimento sociale della formazione duale e sulle prospettive occupazionali. L’incontro con il ministro si Ŕ svolto a margine del viaggio di una delegazione giordana in Svizzera. Oltre ai colloqui presso la Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI), il ministro Mahafzah ha visitato alcuni luoghi, fra cui un centro cantonale di informazione e orientamento professionale, un-azienda e una scuola professionale.

Le relazioni scientifiche tra la Svizzera e la Giordania sono buone e vengono sostenute attraverso vari strumenti. Per il periodo 2021-2024 la SEFRI ha nuovamente affidato alla Scuola universitaria professionale della Svizzera occidentale (HES-SO) il mandato di Leading House per il Nord Africa e il Medio Oriente. In questo ambito l’HES-SO avvia strumenti di cooperazione per finanziamenti inziali e progetti pilota innovativi. Un altro strumento sono le borse d’eccellenza della Confederazione, che dal 1968 hanno permesso a 14 ricercatori giordani di trascorrere un periodo di studio presso un-universitÓ svizzera. La Giordania Ŕ inoltre Stato membro (oltre che ospitante) del grande centro di ricerca SESAME (Synchrotron-light for Experimental Science and Applications in the Middle East), presso il quale la Svizzera ha lo status di osservatore dal 2010. SESAME, a cui aderiscono anche l’Egitto, Israele, i Territori palestinesi occupati, il Pakistan, la Turchia e Cipro, ospita il primo acceleratore di particelle del Medio Oriente e fornisce un contributo significativo allo sviluppo pacifico e alla cooperazione scientifica nell-area.